torna all'Home Page
   
venerdì 24 novembre 2017
 
Il Prof. Luigi Di Bella
 
  Contiene 752 articoli  
  News  
  Rassegna stampa  
  testimonianze  
  relazioni mediche  
  Rassegna scientifica  
  Diritto e Giurisprudenza  
  Editoriale  
  dedicato a  
 
Leggi un articolo estratto a sorte
 
Glossario
Ricerca per lettera iniziale:
a - b - c - d - e - f - h - m - n - p -
t -
 
Contatti
tel: 055 7330595
fax: 055 353345
0187 563172
e-mail: atsat@mediastaff.com

Rassegna stampa


Storace annuncia: «Nel Lazio garantiremo la cura Di Bella»

Non appena il Consiglio regionale del Lazio approverà una mozione della maggioranza per garantire la cura di Bella nelle Asl, «la Giunta individuerà le strutture sanitarie per attuare la sperimentazione della terapia». Lo ha annunciato il presidente della Regione Lazio Francesco Storace, intervenuto in Campidoglio al convegno promosso dall'Aian con il professor Luigi Di Bella.
«Questa cura - ha detto Storace - non deve cadere nel dimenticatoio, e dove non arrivano la ricerca e le cure ufficiali ci deve essere spazio per la speranza».
Per questo, ha precisato Storace, saranno identificate le strutture pubbliche idonee dove poter fare la cura e alcuni direttori generali delle Asl hanno già dato la loro disponibilità per attuarla.
"Nello stesso tempo - ha precisato il presidente della Regione Lazio daremo tutte le risorse possibili per attuare le indicazioni date in un anno di lavoro dalla commissione oncologica regionale per contrastare un male che colpisce ogni anno 20.000 persone, ne uccide 13.000 delle quali il 30% al di sotto dei 65 anni. E' nostro dovere fare tutto il possibile per la ricerca e le cure ufficiali - ha aggiunto il governatore del Lazio - ma anche avere attenzione al principio della libertà di cura».
«Spero che la decisione che verrà presa dal Lazio - si è augurato Storace - venga presa anche da altre Regioni».
Storace ha infine espresso compiacimento per il messaggio inviato al convegno di ieri - il cui ospite d'onore era appunto il professor Luigi Di Bella - dal sottosegretario alla Salute Antonio Guidi. «Immagino l'abbia concordato con il ministro della salute Sirchia» ha concluso il presidente del Lazio.
Una sorta di «benedizione» del governo di centrodestra alla Multiterapia bocciata senza appello dal ministro Rosy Bindi?

La Gazzetta di Modena 11/11/2001
http://www.gazzettadimodena.quotidianiespresso.it
   
  stampa quest'articolo
<<:: Pagina precedente invia l'articolo ad un amico

 

 

 

Cerca su Atsat.it


nel sito
nell'archivio articoli

Tutte le parole
Ogni parola
Frase esatta


Ultimi 5 articoli

 

 




Area Riservata
 

Newsletter A.T.S.A.T.
 

Segnala ad un amico
Nome mittente

 

Nome destinatario

 
e-mail destinatario
   
   
   
 

Risoluzione minima 800 x 600 - copyright 2002-2003 A.T.S.A.T. Onlus Firenze
web design by Mediastaff Web Solutions La Spezia in memoria di Susi

Condizioni d'utilizzo| Informativa sulla Privacy