torna all'Home Page
   
sabato 25 novembre 2017
 
Il Prof. Luigi Di Bella
 
  Contiene 752 articoli  
  News  
  Rassegna stampa  
  testimonianze  
  relazioni mediche  
  Rassegna scientifica  
  Diritto e Giurisprudenza  
  Editoriale  
  dedicato a  
 
Leggi un articolo estratto a sorte
 
Glossario
Ricerca per lettera iniziale:
a - b - c - d - e - f - h - m - n - p -
t -
 
Contatti
tel: 055 7330595
fax: 055 353345
0187 563172
e-mail: atsat@mediastaff.com

Rassegna stampa

Sono l'Istituto nazionale tumori, il Gaslini e il Dipartimento di medicina nucleare
Liguria, raffica di ricorsi e tre strutture specializzate

GENOVA - In Liguria, gli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, in cui potrebbe essere avviata la sperimentazione del metodo Di Bella, sono tre: l'Istituto nazionale tumori di Genova, una struttura di carattere pubblico diretta da Leonardo Santi, specializzato nella ricerca e cura dei tumori; l'Istituto Giannina Gaslini, specializzato in pediatria; il Dipartimento di medicina nucleare dell'Università di Genova.

Anche in Liguria una raffica di ricorsi sono giunte sui tavoli dei pretori. Il 15 gennaio, il pretore di Savona Alberto Princiotta ha accolto il ricorso di un savonese di 77 anni ammalato di tumore, che voleva ottenere gratuitamente dall'Asl un farmaco a base di somatostatina. Il perito nominato dal giudice ha escluso pesanti effetti collaterali e a somministrare il farmaco sarà ora il medico di famiglia del paziente, seguito ovviamente da un medico dell'equipe del professor Di Bella. Il 16 gennaio avranno luogo le prime udienze genovesi riguardanti i ricorsi di persone malate di tumore che chiedono di poter essere curate gratuitamente con la somatostatina. Già giovedì, nell'aula presieduta dal pretore del lavoro Marco Gelonesi, doveva svolgersi il primo processo, ma l'udienza è stata rinviata al 16 gennaio perché il magistrato intende sentire, come teste, un professore di Verona che prescrisse la somatostatina al ricorrente, un malato di tumore al cervello già operato a Genova e successivamente a Verona. E venerdì sono state discusse altre due cause davanti al pretore Maria Laura Fadda.

Altri ricorsi saranno discussi a Genova: altri due sono già stati presentati ma non ancora istruiti, mentre almeno cinque dovrebbero arrivare nei prossimi giorni. A Sanremo invece, il pretore ha già firmato due dispositivi d'urgenza con cui impone all'Usl imperiese di fornire i farmaci gratuitamente.

Marco Matteini

La Repubblica 17/01/1998
http://www.repubblica.it/online/dossier/dibella/liguria/liguria.html
   
  stampa quest'articolo
<<:: Pagina precedente invia l'articolo ad un amico

 

 

 

Cerca su Atsat.it


nel sito
nell'archivio articoli

Tutte le parole
Ogni parola
Frase esatta


Ultimi 5 articoli

 

 




Area Riservata
 

Newsletter A.T.S.A.T.
 

Segnala ad un amico
Nome mittente

 

Nome destinatario

 
e-mail destinatario
   
   
   
 

Risoluzione minima 800 x 600 - copyright 2002-2003 A.T.S.A.T. Onlus Firenze
web design by Mediastaff Web Solutions La Spezia in memoria di Susi

Condizioni d'utilizzo| Informativa sulla Privacy