torna all'Home Page
   
venerdì 24 novembre 2017
 
Il Prof. Luigi Di Bella
 
  Contiene 752 articoli  
  News  
  Rassegna stampa  
  testimonianze  
  relazioni mediche  
  Rassegna scientifica  
  Diritto e Giurisprudenza  
  Editoriale  
  dedicato a  
 
Leggi un articolo estratto a sorte
 
Glossario
Ricerca per lettera iniziale:
a - b - c - d - e - f - h - m - n - p -
t -
 
Contatti
tel: 055 7330595
fax: 055 353345
0187 563172
e-mail: atsat@mediastaff.com

Rassegna stampa


Petizione per Di Bella «Rifate la sperimentazione»

MODENA — La sperimentazione sul metodo anticancro ideato dal professor Luigi Di Bella potrebbe essere completamente invalidata. Nello staff del 91 enne scienziato di via Mariani, che si trova ancora ricoverato all'ospedale estense di Modena per problemi respiratori, sperano fortemente in questa «rivincita» appesa alla possibilità, anche se non certa, di una commissione ministeriale formata da deputati e medici. L'onorevole Alessandro Ce' della Lega Nord, infatti, ha dato il via ad una raccolta di firme fra i parlamentari della maggioranza per «delegittimare» la famosa sperimentazione che bocciò il metodo a base di somatostatina elaborato dallo scienziato modenese. Ce' ha elaborato un nutrito dossier con un migliaio di pagine di documentazione. Dentro ci sono testimonianze della letteratura scientifica internazionale, registrazioni di casi di guarigione, verbali dei Nas relativi all'inchiesta sui farmaci scaduti e altro materiale. «L'iniziativa del deputato della Lega Nord - spiega Giuseppe Di Bella, figlio del prof - segue l'odg dell'onorevole azzurro Fabio Garagnani, votato qualche tempo fa, e con il quale si chiedeva di verificare la validità scientifica della sperimentazione». Garagnani ricorda, fra le altre cose, che ci fu «una somministrazione di farmaci scaduti a 1048 pazienti» e che «i criteri di arruolmento dei pazienti furono diametralmente opposti a quelli indicati dal professor Di Bella». Intanto l'aziano scienziato è ancora ricoverato all'ospedale Estense di Modena. Le sue condizioni rimangono serie ma stazionarie. Luigi Di Bella tuttavia ha ripreso a comunicare con infermieri, famigliari e amici. «Lì è ben assistito - affermano le perone che gli stanno vicino e la situazione non consente spostamenti».
Il figlio Giuseppe, infine, fra qualche settimana darà alle stampe un libro sull'attività del padre. Una sorta di «summa» scientifica di 500 pagine che comprende la raccolta di casi clinici, gli studi sulla melatonina, sulla biologia molecolare e un nutrito dossier sulla letteratura internazionale che sta riscoprendo la terapia Di Bella.

Il Resto del Carlino 11/06/2003
http://ilrestodelcarlino.quotidiano.net/chan/29/1:4469313:/2003/06/11
   
  stampa quest'articolo
<<:: Pagina precedente invia l'articolo ad un amico

 

 

 

Cerca su Atsat.it


nel sito
nell'archivio articoli

Tutte le parole
Ogni parola
Frase esatta


Ultimi 5 articoli

 

 




Area Riservata
 

Newsletter A.T.S.A.T.
 

Segnala ad un amico
Nome mittente

 

Nome destinatario

 
e-mail destinatario
   
   
   
 

Risoluzione minima 800 x 600 - copyright 2002-2003 A.T.S.A.T. Onlus Firenze
web design by Mediastaff Web Solutions La Spezia in memoria di Susi

Condizioni d'utilizzo| Informativa sulla Privacy