torna all'Home Page
   
domenica 19 novembre 2017
 
Il Prof. Luigi Di Bella
 
  Contiene 752 articoli  
  News  
  Rassegna stampa  
  testimonianze  
  relazioni mediche  
  Rassegna scientifica  
  Diritto e Giurisprudenza  
  Editoriale  
  dedicato a  
 
Leggi un articolo estratto a sorte
 
Glossario
Ricerca per lettera iniziale:
a - b - c - d - e - f - h - m - n - p -
t -
 
Contatti
tel: 055 7330595
fax: 055 353345
0187 563172
e-mail: atsat@mediastaff.com

Rassegna stampa

4.000 cittadini lo chiedono alla Regione Lombardia
Cura Di Bella rimborsata?

Con oltre 4.000 firme raccolte in poco più di due mesi il “Comitato spontaneo cura Di Bella” si presenterà giovedì mattina all’assessore della Sanità lombarda Carlo Borsani per chiedere alla Regione di rimborsare la terapia del prof. Di Bella, Mdb, ai malati di tumore che la seguono. Parallelamente un’iniziativa parlamentare viene avanzata dal leghista Alessandro Cè, che chiede la ripetizione della sperimentazione (inficiata, secondo il deputato, da irregolarità) e invita le Regioni a sostenere economicamente la terapia. In nome della libertà di cura, Giuseppe Voltolini, responsabile milanese del Comitato spontaneo con Alessandro Fregno, dell’Associazione “Milano Sicura”, alla presenza del dott. Giuseppe Di Bella, figlio dello scienziato modenese, hanno illustrato in una conferenza stampa l’iniziativa. «Ci battiamo contro l’ingiustizia - ha detto Voltolini - che subisce chi, rifiutando per vari motivi la chemioterapia, deve pagarsi la cura Di Bella, pagando così due volte la tassa sulla salute. Il rimborso della Mdb comporterebbe tra l’altro un risparmio per la Regione perché meno onerosa della chemio».
«È stata attivata ripetutamente ogni sorta di disinformazione - ha aggiunto Giuseppe Di Bella - per nascondere l’incapacità della medicina a risolvere il problema del cancro e l’efficacia del metodo Di Bella attestata non solo dalle testimonianze decennali di medici e pazienti ma dalla letteratura scientifica mondiale. La Regione all’interno della propria autonomia ha tutti i poteri per votare la liberalizzazione della terapia su motivazioni scientificamente documentate». La ricerca scientifica più recente sull’efficacia di uno dei componenti della Mdb, la melatonina, edita a New York e a Berlino da Springer, non fa altro che confermare dopo 30 anni, le intuizioni del prof. Di Bella circa l’effetto oncostatico della sostanza. A ciò si aggiungono centinaia di sentenze che condannano le Als a erogare l’intera cura in base a perizie di oncologi attestanti quell’effetto antitumorale negato dalla sperimentazione avviata dal Ministero due anni fa, in assenza della fantomatica tossicità amplificata in quell’occasione dagli organi di informazione, in base alle notizie propagandate dagli stessi responsabili della sperimentazione. «Centinaia di giudici - ha concluso Di Bella - hanno in pratica ordinato di disapplicare i provvedimenti delle autorità sanitarie successivi alla sperimentazione che, delegittimata scientificamente è tuttora oggetto di inchieste giudiziarie ed è stata posta sotto accusa da oltre 50 interrogazioni parlamentari e dalle più prestigiose riviste mediche internazionali. I comitati spontanei e le associazioni Milano sicura e Circolo 2000, domenica 11 febbraio, organizzeranno a Milano e in altri 7 capoluoghi lombardi, Varese, Como, Lodi, Lecco, Pavia, Brescia e Bergamo il “Di Bella day” per informare e raccogliere sostegni.

di Gabriella Poli

La Padania 06/02/2001
http://www.lapadania.com/2001/febbraio/06/06022001p16a2.htm
   
  stampa quest'articolo
<<:: Pagina precedente invia l'articolo ad un amico

 

 

 

Cerca su Atsat.it


nel sito
nell'archivio articoli

Tutte le parole
Ogni parola
Frase esatta


Ultimi 5 articoli

 

 




Area Riservata
 

Newsletter A.T.S.A.T.
 

Segnala ad un amico
Nome mittente

 

Nome destinatario

 
e-mail destinatario
   
   
   
 

Risoluzione minima 800 x 600 - copyright 2002-2003 A.T.S.A.T. Onlus Firenze
web design by Mediastaff Web Solutions La Spezia in memoria di Susi

Condizioni d'utilizzo| Informativa sulla Privacy