torna all'Home Page
   
domenica 19 novembre 2017
 
Il Prof. Luigi Di Bella
 
  Contiene 752 articoli  
  News  
  Rassegna stampa  
  testimonianze  
  relazioni mediche  
  Rassegna scientifica  
  Diritto e Giurisprudenza  
  Editoriale  
  dedicato a  
 
Leggi un articolo estratto a sorte
 
Glossario
Ricerca per lettera iniziale:
a - b - c - d - e - f - h - m - n - p -
t -
 
Contatti
tel: 055 7330595
fax: 055 353345
0187 563172
e-mail: atsat@mediastaff.com

Rassegna stampa

Il sindaco di Fanano ricorda il cittadino onorario
'Ogni domenica era qui coi fiori per il cimitero'

«L'Amministrazione comunale di Fanano porge l'ultimo commosso saluto al professor Luigi Di Bella, cittadino onorario di Fanano».
Il manifesto funebre listato a lutto affisso su muri e alberi ricorda ai partecipanti al funerale il legame che lega il fisiologo al Comune dell'Appennino.
«Quel riconoscimento risale al 1996, prima quindi che scoppiasse il caso nazionale - spiega il sindaco Alessandro Corsini - Il professor Di Bella era molto affezionato al nostro paese, per tanti anni l'abbiamo visto arrivare, guidando la sua piccola utilitaria, tutte le domeniche mattina. Comprava il pane, i fiori e poi saliva al cimitero, dove c'è la tomba di Deda Rossi. Noi tutti lo ricordiamo così. Al professore e alla professoressa Rossi - aggiunge il sindaco Corsini - è dedicata la biblioteca pubblica al piano terra del palazzo comunale. Lo stesso professore ha regalato anni fa parecchi volumi. Della gestione della biblioteca si occupa adesso il professor Raimondo Rossi Ercolani, il fratello di Deda. La sua famiglia ha casa a Fanano, e lui stesso è un grande studiodo di storia».
Il ricordo ritorna al professor Di Bella: «E' venuto anche recentemente per un convegno, direi nel settembre scorso. C'erano tantissime persone ad ascoltarlo. Lui era in forma smagliante, era lucidissimo. Alla fine del convegno siamo andati a mangiare tutti insieme. Lui si sentiva un po' a casa, qui a Fanano. Per questo ha voluto essere sepolto qui. Il loculo sotto quello di Deda Rossi l'aveva prenotato da anni, per essere sicuro che fosse disponibile per lui».

r.q.

La Gazzetta di Modena 03/07/2003
http://www.gazzettadimodena.quotidianiespresso.it/gazzettamodena/arch_03/modena/cronaca/dc705.htm
   
  stampa quest'articolo
<<:: Pagina precedente invia l'articolo ad un amico

 

 

 

Cerca su Atsat.it


nel sito
nell'archivio articoli

Tutte le parole
Ogni parola
Frase esatta


Ultimi 5 articoli

 

 




Area Riservata
 

Newsletter A.T.S.A.T.
 

Segnala ad un amico
Nome mittente

 

Nome destinatario

 
e-mail destinatario
   
   
   
 

Risoluzione minima 800 x 600 - copyright 2002-2003 A.T.S.A.T. Onlus Firenze
web design by Mediastaff Web Solutions La Spezia in memoria di Susi

Condizioni d'utilizzo| Informativa sulla Privacy