torna all'Home Page
   
venerdì 24 novembre 2017
 
Il Prof. Luigi Di Bella
 
  Contiene 752 articoli  
  News  
  Rassegna stampa  
  testimonianze  
  relazioni mediche  
  Rassegna scientifica  
  Diritto e Giurisprudenza  
  Editoriale  
  dedicato a  
 
Leggi un articolo estratto a sorte
 
Glossario
Ricerca per lettera iniziale:
a - b - c - d - e - f - h - m - n - p -
t -
 
Contatti
tel: 055 7330595
fax: 055 353345
0187 563172
e-mail: atsat@mediastaff.com

Rassegna stampa

Il deputato azzurro: iniziativa doverosa per ricordare l'uomo e lo scienziato. La casa-laboratorio potrebbe diventare una sorta di museo La proposta di Bertolini (Forza Italia) sarà sottoposta al voto del consiglio comunale
«Intitolare via Marianini al professor Di Bella»

«Intitolare Via Marianini, o un'area urbana nelle immediate vicinanze dell'abitazione dove visse e operò il Professor Luigi Di Bella, alla memoria dello scienziato modenese».
E' la proposta lanciata alla città dall'Onorevole Isabella Bertolini, vicepresidente dei deputati di Forza Italia.
«Ci sembrerebbe un'iniziatiova adeguata e doverosa da parte delle istituzioni - ha affermato il parlamentare modenese - non solo per ricordare l'uomo e lo scienziato, ma anche il luogo in cui il Professore portò avanti il suo straordinario contributo alla ricerca scientifica e dove curò e diede sostegno a migliaia di persone sofferenti».
La proposta di intitolazione verrà formulata dalla parlamentare azzurra, attraverso un apposito ordine del giorno che sarà presentato in Consiglio Comunale.
La casa del professor Di Bella è al numero 45 di via Marianini, di fronte al parco Ferrari. E' un luogo che, negli ultimi anni, è stato visitato da migliaia di persone desiderose di farsi visitare e curare dal fisiologo modenese. Per questo, secondo l'onorevole Bertolini, avrebbe un forte significato simbolico intitolare la strada alla memoria dello scienziato. Considerando anche il fato che, probabilmente, la casa-laboratorio - ora che il professore non c'è più - potrebbe diventare una sorta di museo, di raccolta del materiale appartenuto a Di Bella.
Il primo a chiedere che la città di Modena ricordi in maniera tangibile la figura del fisiologo è stato il commerciante Enrico Benini.
Sarà il consiglio comunale a decidere se questa proposta avrà un seguito. L'ordine del giorno che presenterà Isabella Bertolini è, infatti, un documento che dev'essere discusso e poi approvato a maggioranza. Coi soli voti del centrodestra non ha chances di 'pasare'. Come si comporterà l'Ulivo, sempre 'freddo' con il professore?

La Gazzetta di Modena 05/07/2003
http://www.gazzettadimodena.quotidianiespresso.it/gazzettamodena/arch_05/modena/cronaca/dc401.htm
   
  stampa quest'articolo
<<:: Pagina precedente invia l'articolo ad un amico

 

 

 

Cerca su Atsat.it


nel sito
nell'archivio articoli

Tutte le parole
Ogni parola
Frase esatta


Ultimi 5 articoli

 

 




Area Riservata
 

Newsletter A.T.S.A.T.
 

Segnala ad un amico
Nome mittente

 

Nome destinatario

 
e-mail destinatario
   
   
   
 

Risoluzione minima 800 x 600 - copyright 2002-2003 A.T.S.A.T. Onlus Firenze
web design by Mediastaff Web Solutions La Spezia in memoria di Susi

Condizioni d'utilizzo| Informativa sulla Privacy