torna all'Home Page
   
domenica 19 novembre 2017
 
Il Prof. Luigi Di Bella
 
  Contiene 752 articoli  
  News  
  Rassegna stampa  
  testimonianze  
  relazioni mediche  
  Rassegna scientifica  
  Diritto e Giurisprudenza  
  Editoriale  
  dedicato a  
 
Leggi un articolo estratto a sorte
 
Glossario
Ricerca per lettera iniziale:
a - b - c - d - e - f - h - m - n - p -
t -
 
Contatti
tel: 055 7330595
fax: 055 353345
0187 563172
e-mail: atsat@mediastaff.com

Rassegna stampa


Reclamo contro la prima ordinanza. Terapia Di Bella gratuita, il giudice si riserva

Si conoscerà i primi giorni del mese di dicembre la decisione del giudice circa la somministrazione gratuita della cura Di Bella.
A farne richiesta è stata una signora di 52 anni di Recanati affetta da una rara forma di tumore alle meningi, che non è operabile, né trattabile con la chemioterapia o altri metodi convenzionali.

L'unico rimedio all'avanzare della malattia è stata la terapia del professore modenese.
A prescrivergli dosi e modalità è stato lo stesso professore nel febbraio del 2001 quando era ancora in vita. Da allora la donna paga di tasca propria la terapia.
«L'unica che mi ha fatto bene», dice. Avrebbe impedito la crescita della «medusa che ho in testa», afferma la donna.
E quando ha provato a smettere, racconta, ha avuto una brutta ricaduta con perdita di equilibrio, bruschi cali di vista, problemi a camminare.
La causa, «la medusa» che comprimeva sui centri vitali del cervello.
«Se smetto dice rischio di rimanere paralizzata».

Da tre anni usa la somatostatina, principio base della cura Di bella, ma è costosa (per la terapia spende 700 euro al mese), la sua famiglia non è di quelle facoltose, anzi, i risparmi sono ormai agli sgoccioli. Di qui il ricorso al giudice, che già in altri tribunali d'Italia ha obbligato le Asl a sostenere i costi della terapia Di Bella.

Il giudice del Tribunale di Macerata, Adriana De Tommaso, ha però respinto il ricorso che la donna ha presentato.
Contro l'ordinanza del giudice ha proposto reclamo l'avvocato Andrea Nobili che assiste la donna. Ieri mattina è stato discusso. La Asl di Recanati e Civitanova si è costituita in giudizio con l'avvocato Franco Fatichenti. Il giudice Luigi Reale si è riservato.

il Messaggero - ed. Marche 16/11/2004
   
  stampa quest'articolo
<<:: Pagina precedente invia l'articolo ad un amico

 

 

 

Cerca su Atsat.it


nel sito
nell'archivio articoli

Tutte le parole
Ogni parola
Frase esatta


Ultimi 5 articoli

 

 




Area Riservata
 

Newsletter A.T.S.A.T.
 

Segnala ad un amico
Nome mittente

 

Nome destinatario

 
e-mail destinatario
   
   
   
 

Risoluzione minima 800 x 600 - copyright 2002-2003 A.T.S.A.T. Onlus Firenze
web design by Mediastaff Web Solutions La Spezia in memoria di Susi

Condizioni d'utilizzo| Informativa sulla Privacy