torna all'Home Page
   
sabato 18 novembre 2017
 
Il Prof. Luigi Di Bella
 
  Contiene 752 articoli  
  News  
  Rassegna stampa  
  testimonianze  
  relazioni mediche  
  Rassegna scientifica  
  Diritto e Giurisprudenza  
  Editoriale  
  dedicato a  
 
Leggi un articolo estratto a sorte
 
Glossario
Ricerca per lettera iniziale:
a - b - c - d - e - f - h - m - n - p -
t -
 
Contatti
tel: 055 7330595
fax: 055 353345
0187 563172
e-mail: atsat@mediastaff.com

Rassegna stampa


CURA DI BELLA / Veronesi: il caso fu già affrontato. Ma Telefono Blu è con Storace

ROMA Continuano le prese di posizione dopo la proposta di Storace che ha rilanciato l'ipotesi di sperimentazione, e eventuale rimborsi per gli ammalati, in merito alla cura Di Bella contro il cancro. «Parlando del caso Di Bella c'è dentro un po' di tutto, ma una cosa si può dire con certezza, e cioè che i medici hanno affrontato la vicenda scientificamente», ha detto l'oncologo Umberto Veronesi. «Si tratta di un esempio istruttivo - ha detto Veronesi - e dimostra come noi scienziati abbiamo affrontato la vicenda in maniera scientifica, cioè provando al terapia su pazienti consenzienti». «Questo caso - ha concluso l'oncologo - è stato affrontato dalla comunità in maniera molto razionale, non come qualcosa che potesse disturbare la medicina ufficiale». «Storace faccia pure tutti test che vuole - dichiara l'on. Dorina Bianchi, responsabile diritti civili e umani della Margherita - ma abbia la sensibilità di non annunciarlo ai quattro venti quando ancora di questi test non c'è traccia. La salute dei cittadini deve rimanere fuori da strumentalizzazioni e mere operazioni di propaganda. E' inutile parlare di nuovi test sulla cura Di Bella se siamo fermi a un progetto che al momento esiste solo nei pensieri del neo ministro della Sanità». «La scelta del neo ministro alla salute, Francesco Storace di riproporre la garanzia della libera scelta della cura ci vede molto favorevoli e Telefono blu sos consumatori ricorda come findall'inizio appoggiò questa idea con forza. Una idea che di fatto entròprepotentemente nelle case degli italiani grazie al professore Luigi Di Bella». «Ci pare corretto - contiua l'associazione dei consumatori - non negare la speranza ma anche non stabilire che esistano i guru della scienza e che ogni contributo va utilizzato con rispetto e pluralismo . Rimborsare i farmaci come la somatostatina , acido retinico ,vitamina D e altri ancora di fatto si fa già in diverse regioni, con prescrizione medica a carico delloStato,fascia A, non pare un grande ostacolo». «Se una nuova commissione - continua telefono blu - a fronte anche di nuovi dati e ricerche stabilirà questa opportunità non capiamo perchè opporci come riteniamo di fatto che ogni tentativo serio di aiutare l'uomo a vincere il male debba sempre essere preso in considerazione». «Qualcuno parlerà di carità invece si scienza - si legge ancora -ma dimentica che al centro della cura esiste sempre l'uomo e da molti anni oramai negli ospedali si è compreso il valore della attenzione al malato .Siamo d' accordo con il ministro Storace, ma crediamo sia una buona idea - termina l'associazione - che il neo Ministro renda noti a tutti i progressi della ricerca in questo campo».

La Gazzetta del Mezzogiorno 07/05/2005
http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/quotidiano/gazzetta_edicolanavSf.asp?IDCatGOL=633&IDNotizia=2
   
  stampa quest'articolo
<<:: Pagina precedente invia l'articolo ad un amico

 

 

 

Cerca su Atsat.it


nel sito
nell'archivio articoli

Tutte le parole
Ogni parola
Frase esatta


Ultimi 5 articoli

 

 




Area Riservata
 

Newsletter A.T.S.A.T.
 

Segnala ad un amico
Nome mittente

 

Nome destinatario

 
e-mail destinatario
   
   
   
 

Risoluzione minima 800 x 600 - copyright 2002-2003 A.T.S.A.T. Onlus Firenze
web design by Mediastaff Web Solutions La Spezia in memoria di Susi

Condizioni d'utilizzo| Informativa sulla Privacy