torna all'Home Page
   
venerdì 24 novembre 2017
 
Il Prof. Luigi Di Bella
 
  Contiene 752 articoli  
  News  
  Rassegna stampa  
  testimonianze  
  relazioni mediche  
  Rassegna scientifica  
  Diritto e Giurisprudenza  
  Editoriale  
  dedicato a  
 
 
Glossario
Ricerca per lettera iniziale:
a - b - c - d - e - f - h - m - n - p -
t -
 
Contatti
tel: 055 7330595
fax: 055 353345
0187 563172
e-mail: atsat@mediastaff.com

Conservazione dei farmaci della Multiterapia Di Bella

 

 

La conservazione dei medicinali in maniera corretta è di fondamentale importanza in quanto l’utilizzo di componenti alterati può compromettere seriamente l’efficacia della MultiTerapia Di Bella.

Per quanto riguarda i farmaci di produzione industriale (somatostatina, otreotide, ciclofosfamide, etc..) bisogna attenersi scrupolosamente alle regole di conservzione specificate nel foglietto illustrativo e si deve prestare la massima attenzione alla data di scadenza.

Per quanto riguarda i preparati galenici (soluzione ai retinoidi, compresse o fiale di melatonina coniugata, acido ascorbico o Vitamina C ), attenersi alle raccomandazioni del farmacista e prestare la massima attenzione alla data di scadenza.

Riportiamo alcune semplici norme per la conservazione di alcuni dei farmaci galenici utilizzati in MDB:

  • Soluzione ai retinoidi: conservare in un luogo asciutto, al riparo dalla luce (al buio) e a temperatura ambiente (max. 25°), evitare l’uso del frigorifero, per l’assunzione utilizzare un cucchiaio di plastica possibilmente monouso e non di metallo;
  • melatonina coniugata con adenosina: conservare a temperatura compresa tra i 2 e gli 8 gradi (anche in frigo);
  • acido ascorbico (Vitamina C): conservare in luogo asciutto a temperatura ambiente; ricordiamo che per l’assunzione va assolutamente evitato l’uso di cucchiai di metallo e di acqua del rubinetto, utilizzare un cucchiaio di plastica (usa e getta) e acqua minerale (esente da cloro);

Fase di trasporto
Quando possibile è bene provvedere personalmente al ritiro dei medicinali presso la farmacia scelta; in caso di utilizzo di corrieri, spedizionieri o posta, assicurarsi che i farmaci siano ben confezionati e viaggino a temperature superiori allo zero ed inferiori ai 25 gradi centigradi. Tenere presente che in caso di trasporto via aerea, nelle stive degli aeroplani si possono raggiungere temperature di 40-50 gradi sotto lo zero. Anche via terra le merci possono subire sbalzi termici notevoli (nel vano carico di un camion si possono toccare 40-45 gradi d’estate e si può scendere sotto lo zero in inverno).

 


 

 


 
<<:: Pagina precedente


 
Cerca su Atsat.it


nel sito
nell'archivio articoli

Tutte le parole
Ogni parola
Frase esatta


Ultimi 5 articoli

 

 




Area Riservata
 

Newsletter A.T.S.A.T.
 

Segnala ad un amico
Nome mittente

 

Nome destinatario

 
e-mail destinatario
   
   
   
 

Risoluzione minima 800 x 600 - copyright 2002-2003 A.T.S.A.T. Onlus Firenze
web design by Mediastaff Web Solutions La Spezia in memoria di Susi

Condizioni d'utilizzo| Informativa sulla Privacy