Rassegna stampa

< C L I C C A  P E R  S T A M P A R E  >

Il ministro della Salute afferma di non essere mai stato informato della volontà del presidente del Lazio, Francesco Storace, di ripristinare la sperimentazione della terapia contro i tumori del medico modenese.
Cura Di Bella, Sirchia blocca Storace

ROMA-Quando viene a sapere della volontà di Francesco Storace di ripristinare nel Lazio la sperimentazione della cura Di Bella contro i tumori il ministro della Salute, Girolamo Sirchia, fa un balzo sulla poltrona. Nessuno lo aveva informato - ci tiene a precisare - di questa intenzione né di questa eventualità. E non può astenersi da una sommaria analisi dei fatti, che non lascia molto spazio all'iniziativa intrapresa dal governatore, che pure - una volta diventata ufficiale - sarà vagliata dai tecnici del ministero : "Ricordando che la sperimentazione che è stata condotta in Italia nel '98 ha dato esiti negativi in termini di efficacia, il ministero della salute precisa che qualora ci fosse una richiesta ufficiale di una nuova sperimentazione questa sarà valutata alla luce dei dati scientifici''. Come dire che qualunque iniziativa dovrà essere valutata dalla commissione scientifica del ministero, e dovrà passare dal tavolo del ministro della Salute.

Il Nuovo 11/11/2001
http://www.ilnuovo.it  
   
indirizzo di questo documento: http://www.atsat.it/articolo.asp?id_articolo=101
   
<<:: Torna alla versione per schermo

AVVERTENZA: L'associazione A.T.S.A.T. non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di inesattezze in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su ATSAT.it avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.