Rassegna stampa

< C L I C C A  P E R  S T A M P A R E  >

Duemila telefonate al giorno alla Asl e all'Assessorato. Sei i centri specializzati in cui partirÓ la sperimentazione
Torino, 250 pazienti attendono la somatostatina

TORINO - L'assessore regionale alla SanitÓ Antonio D'Ambrosio ha chiesto e ottenuto dal ministro Rosy Bindi che il Piemonte sia sede di sperimentazione del metodo Di Bella. PerchŔ, ha spiegato, "la nostra regione Ŕ fra le prime d'Italia per numero di tumori: ogni anno 12 mila persone muoiono per cancro e 25 mila persone scoprono di esserne malate". I centri che si sono offerti di contribuire alla sperimentazione sono sparsi in tutta la regione. A Torino, hanno chiesto di essere inseriti nel programma la divisioni dell'antica sede del San Giovanni, ospedale monospecialistico in oncologia, l'ospedale delle Molinette, sede del dipartimento oncologico pi¨ importante della regione, il Mauriziano, il Regina Margherita e il San Luigi di Orbassano. Ma analoga richiesta l'hanno presentata gli ospedali di Biella, Ivrea, Asti, Novara, Alessandria e Cuneo. L'assessore ha precisato che i pazienti che potranno partecipare alla sperimentazione saranno circa 250, ma le telefonate che stanno giungendo in questi giorni ai centralini dell'assessorato e delle Usl sono stimate intorno a duemila. Due pazienti, nei giorni scorsi, hanno chiesto (ex articolo 700) l'intervento del pretore per ottenere gratis la somatostatina somministrata loro da medici della scuola Di Bella in una ricetta comprendente anche altri farmaci. Il pretore Giovanni Venditelli, il 13 gennaio, si Ŕ riservato di decidere dopo l'avvio della sperimentazione che Ŕ stata annunciata, durante la stessa udienza, dall'assessore alla SanitÓ. Un altro ricorso Ŕ stato presentato e sarÓ discusso il 20 gennaio. Le commissioni regionali oncologica e bioetica stanno tracciando in questi giorni i protocolli per la sperimentazione, in attesa delle linee guida che stanno per essere elaborate dalla commissione oncologica nazionale.

Alberto Custodero

La Repubblica 17/01/1998
http://www.repubblica.it/online/dossier/dibella/piemonte/piemonte.html  
   
indirizzo di questo documento: http://www.atsat.it/articolo.asp?id_articolo=235
   
<<:: Torna alla versione per schermo

AVVERTENZA: L'associazione A.T.S.A.T. non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di inesattezze in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su ATSAT.it avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.