Rassegna stampa

< C L I C C A  P E R  S T A M P A R E  >


Di Bella prepara il suo testamento scientifico

media non si sono occupati più della cura Di Bella, inventore del cocktail di sostanze utilizzate per il metodo anti-cancro che fu 'bocciato', qualche anno fa, dalla sperimentazione avviata dall'allora ministro della Sanita', Rosy Bindi. Il 90enne fisiologo di Modena, al quale è dedicato anche un sito internet (www.luigidibella.it) sembra però destinato ancora a far parlare di sé. La notizia è che nel giro di pochi mesi sara' pronta una gigantesca monografia sull'attività di Luigi Di Bella. A lavorarci, per espresso volere del professore, e' il figlio Giuseppe, che annuncia oggi al quotidiano 'Il Resto del Carlino', la prossima diffusione di quello che presenta come il 'testamento scientifico' di suo padre. ''A Capodanno mi ha affidato il compito di scrivere una gigantesca monografia sulla sua attivita', utilizzando fra le altre cose 34mila pubblicazioni''. ''Spieghero' anche - precisa Giuseppe Di Bella - la logica della terapia e illustrero' la casistica ufficiale''. Oggi, a detta dell'otorinolaringoiatra, in Italia un centinaio di medici segue le indicazioni di Di Bella e prescrive la sua terapia. E ''34mila lavori dimostrano l'efficacia degli elementi della cura Di Bella''. Il figlio dell'inventore dell'Mdb non ritiene utile ripetere la sperimentazione del metodo. ''Non serve piu', anche se fu un falso. Tuttavia ho inviato recentemente al Parlamento un dossier di 120 pagine dove si dimostrano 11 punti utili per invalidare la sperimentazione. Alcuni parlamentari mi hanno invitato ad una audizione''. Oggi Di Bella padre, ''continua a studiare. Ma e' amareggiato sulla situazione che si e' creata sul Mdb. La medicina ufficiale - spiega il figlio Giuseppe - pur disprezzando la sua terapia, in alcuni casi si sta appropriando dei principi basilari, diffondendoli attraverso congressi e pubblicazioni. Ma il professore non viene citato''. A 90 anni, la vita di Luigi Di Bella continua come al solito. ''Studia e visita i pazienti. Una rivista americana gli ha pubblicato recentemente uno studio sulla melatonina stabilendone l'efficacia antitumorale. E' la certificazione - dice il figlio - che continua a fare ricerca alla sua eta'''. Ad aver amareggiato l'anziano fisiologo sarebbero state anche le recenti dichiarazioni del Nobel Rita Levi Montalcini sulla cura Di Bella. ''Apprezzo che lo abbia definito un ottimo scienziato - dice Giuseppe Di Bella - ma per il resto non sa quello che dice''. E nella sua villetta di Modena, Di Bella padre continua ad assistere direttamente e indirettamente pazienti malati di tumore.

Italia Salute 13/02/2003
http://www.italiasalute.it/News.asp?ID=4070  
   
indirizzo di questo documento: http://www.atsat.it/articolo.asp?id_articolo=301
   
<<:: Torna alla versione per schermo

AVVERTENZA: L'associazione A.T.S.A.T. non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di inesattezze in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su ATSAT.it avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.