Diritto e Giurisprudenza

< C L I C C A  P E R  S T A M P A R E  >


TAR FRIULI – sentenza 363/2002 del 22/03/2002

Ric. nn. 401/01 e 441/01 R.G.R. N.363/2002 Reg. Sent.
Repubblica Italiana
in nome del popolo italiano
Il Tribunale amministrativo regionale del Friuli - Venezia Giulia, nelle persone dei magistrati: Vincenzo Sammarco – Presidente Enzo Di Sciascio - Consigliere Vincenzo Farina – Consigliere relatore ha pronunciato la seguente
s e n t e n z a
sui ricorsi riuniti nn. 401/01 e 441/01 proposti da OMISSIS, rappresentata e difesa dagli avv.OMISSIS e OMISSIS, con domicilio eletto presso lo studio dell’avv. OMISSIS ,in Trieste, Via OMISSIS ;
c o n t r o:
-l’Azienda per i servizi sanitari n. 6 “Friuli occidentale” ,in persona del Direttore generale pro tempore,rappresentata e difesa dall’avv. Vittorina Colò, con domicilio eletto presso lo studio dell’avv. Maritza Filippuzzi, in Trieste, via S.Francesco n. 9 (ricorsi nn. 401/01 e 441/01); -il Ministero della Sanità, in persona del Ministro pro tempore, non costituito in giudizio(ricorso n. 441/01);
per l'accertamento
dell’ingiustificato silenzio-inadempimento da parte della intimata Azienda in ordine alla somministrazione gratuita dei farmaci previsti dal Protocollo Di Bella, nonché del diritto della ricorrente ad ottenere la somministrazione in parola, con la relativa condanna della medesima Azienda a fornire i farmaci stessi ed a rimborsare alla ricorrente le somme pagate per l’acquisto dei farmaci per i mesi di marzo, aprile, maggio e giugno 2001, con interessi e rivalutazione monetaria(ricorso n. 401/01);
per l’annullamento
del provvedimento del 2.6.2001, prot. n.22791/DS, con il quale il Responsabile della gestione attività sanitarie dell’Azienda per i servizi sanitari n. 6 “Friuli occidentale” ha respinto la richiesta della ricorrente, volta ad ottenere la erogazione gratuita dei farmaci compresi nel Protocollo Di Bella(ricorso n. 441/01);
per l’accertamento
del diritto della ricorrente ad ottenere la somministrazione gratuita dei farmaci previsti dal Protocollo Di Bella, con la relativa condanna della medesima Azienda a fornire i farmaci stessi ed a rimborsare alla ricorrente le somme pagate per l’acquisto dei farmaci per i mesi di marzo, aprile, maggio e giugno 2001, con interessi e rivalutazione monetaria(ricorso n. 441/01); Visti i ricorsi, ritualmente notificati e depositati presso la Segreteria generale con i relativi allegati; Visti gli atti tutti delle cause; Data per letta alla pubblica udienza del 22.3.2002 la relazione del consigliere Vincenzo Farina ed uditi i difensori delle parti costituite; Ritenuto e considerato in fatto ed in diritto quanto segue:
f a t t o E DIRITTO
I due ricorsi vanno riuniti per evidenti motivi di connessione. Il ricorso n. 401/01 è divenuto improcedibile per sopravvenuto difetto di interesse, giusta la dichiarazione resa in udienza dal difensore della ricorrente. Quanto al ricorso n. 441/01, va preso atto della rinuncia , ritualmente notificata alle parti intimate. Sussistono giusti motivi per far luogo alla compensazione delle spese dei due giudizi.
p. q. m.
il Tribunale amministrativo regionale del Friuli - Venezia Giulia, definitivamente pronunziando sui ricorsi in premessa, respinta ogni contraria istanza ed eccezione, li riunisce; dichiara improcedibile per sopravvenuto difetto di interesse il ricorso n. 401/01; dà atto della rinuncia al ricorso n. 441/01. Spese compensate. Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall’autorità amministrativa. Così deciso in Trieste, in camera di consiglio, il 22.3.2002. Vincenzo Sammarco – Presidente Vincenzo Farina - Estensore Depositata nella segreteria del Tribunale il 08 maggio 2002

22/03/2002
 
   
indirizzo di questo documento: http://www.atsat.it/articolo.asp?id_articolo=345
   
<<:: Torna alla versione per schermo

AVVERTENZA: L'associazione A.T.S.A.T. non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di inesattezze in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su ATSAT.it avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.