Rassegna stampa

< C L I C C A  P E R  S T A M P A R E  >


Il figlio di Di Bella: «Evitiamo polemiche»

«Egregio direttore, pregherei tutti, nel rispetto di mio padre che si sta lentamente spegnendo, e di quanti stanno vivendo con sincero e disinteressato dolore questo momento, di astenersi da ogni polemica. Come figlio e medico sono sempre stato, sono e sarò a fianco di mio padre, con cui ho combattuto ogni battaglia. Animato da spirito cristiano di servizio, senza ambizioni personali cercherò di continuare l'opera di verità e carità umana e scientifica di mio padre pur con le mie forze modeste, ma totalmente consacrate a questa causa, pregando quanti si riconoscono negli ideali e nei valori di mio padre di aiutarmi».

Giuseppe Di Bella

La Gazzetta di Modena 27/06/2003
 
   
indirizzo di questo documento: http://www.atsat.it/articolo.asp?id_articolo=384
   
<<:: Torna alla versione per schermo

AVVERTENZA: L'associazione A.T.S.A.T. non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di inesattezze in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su ATSAT.it avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.