Rassegna stampa

< C L I C C A  P E R  S T A M P A R E  >

Il sindaco di Fanano ricorda il cittadino onorario
'Ogni domenica era qui coi fiori per il cimitero'

«L'Amministrazione comunale di Fanano porge l'ultimo commosso saluto al professor Luigi Di Bella, cittadino onorario di Fanano». Il manifesto funebre listato a lutto affisso su muri e alberi ricorda ai partecipanti al funerale il legame che lega il fisiologo al Comune dell'Appennino. «Quel riconoscimento risale al 1996, prima quindi che scoppiasse il caso nazionale - spiega il sindaco Alessandro Corsini - Il professor Di Bella era molto affezionato al nostro paese, per tanti anni l'abbiamo visto arrivare, guidando la sua piccola utilitaria, tutte le domeniche mattina. Comprava il pane, i fiori e poi saliva al cimitero, dove c'è la tomba di Deda Rossi. Noi tutti lo ricordiamo così. Al professore e alla professoressa Rossi - aggiunge il sindaco Corsini - è dedicata la biblioteca pubblica al piano terra del palazzo comunale. Lo stesso professore ha regalato anni fa parecchi volumi. Della gestione della biblioteca si occupa adesso il professor Raimondo Rossi Ercolani, il fratello di Deda. La sua famiglia ha casa a Fanano, e lui stesso è un grande studiodo di storia». Il ricordo ritorna al professor Di Bella: «E' venuto anche recentemente per un convegno, direi nel settembre scorso. C'erano tantissime persone ad ascoltarlo. Lui era in forma smagliante, era lucidissimo. Alla fine del convegno siamo andati a mangiare tutti insieme. Lui si sentiva un po' a casa, qui a Fanano. Per questo ha voluto essere sepolto qui. Il loculo sotto quello di Deda Rossi l'aveva prenotato da anni, per essere sicuro che fosse disponibile per lui».

r.q.

La Gazzetta di Modena 03/07/2003
http://www.gazzettadimodena.quotidianiespresso.it/gazzettamodena/arch_03/modena/cronaca/dc705.htm  
   
indirizzo di questo documento: http://www.atsat.it/articolo.asp?id_articolo=475
   
<<:: Torna alla versione per schermo

AVVERTENZA: L'associazione A.T.S.A.T. non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di inesattezze in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su ATSAT.it avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.