Rassegna stampa

< C L I C C A  P E R  S T A M P A R E  >


'L'omaggio al prof coinvolge l'Ateneo'

L'avvocato Enrico Aimi, che è stato legale del prof. Luigi Di Bella, interviene sulla proposta di intitolare una strada alla memoria del fisiologo scomparso. Già l'onorevole Isabella Bertolini ha proposto di ribattezzare la via Marianini, dove aveva l'abitazione, l'ambulatorio e dove ha svolto gran parte delle sue ricerche. Secondo Aimi, tuttavia, l'idea più vicina alla sensibilità dei familiari sarebbe quella di individuare, se possibile, una strada nell'area degli istituti universitari di via Campi: «Il prof. Di Bella — riferisce Aimi citando il pensiero di uno dei figli — ha svolto gran parte della sua attività presso l'istituto di Fisiologia di via Campi, a partire dalla metà degli anni Sessanta fino alla pensione, che per lui ha significato libertà di studiare e approfondire i temi della sua ricerca. E' in via Campi che tanti, allora studenti e specializzandi, lo vedevano lavorare fino a notte inoltrata». Secondo Enrico Aimi, la proposta di una via intitolata al professor Luigi Di Bella rappresenterebbe un atto di omaggio alla vita e all'opera del nostro illustre concittadino che riscuoterebbe il gradimento dei cittadini: «Per la famiglia, per noi che gli siamo stati vicini, per tanti pazienti e per la città intera la via Marianini è a suo modo già divenuta un simbolo, ma l'indicazione di via Campi pare più rispondente allo spirito di questa possibile e positiva iniziativa. Per questo — conclude Aimi — nelle prossime ore chiederò un incontro personale con il Primo cittadino al fine di mettere in evidenza e approfondire queste valutazioni nella speranza di trovare una positiva corrispondenza di valutazioni e di pensiero». Il legale riferisce di avere raccolto queste considerazioni dal figlio Adolfo Di Bella, proposta accolta postivamente anche dal fratello Giuseppe. Nella foto: il prof. Di Bella con Enrico Aimi durante la trasferta in America latina

Il Resto del Carlino 06/07/2003
http://ilrestodelcarlino.quotidiano.net/chan/29/4:4527178:/2003/07/06  
   
indirizzo di questo documento: http://www.atsat.it/articolo.asp?id_articolo=497
   
<<:: Torna alla versione per schermo

AVVERTENZA: L'associazione A.T.S.A.T. non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di inesattezze in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su ATSAT.it avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.