Rassegna stampa

< C L I C C A  P E R  S T A M P A R E  >


Falconara/Al malato di tumore cura Di Bella gratis Ora migliora e spera di guarire

FALCONARA La speranza di guarire da un male micidiale. È quanto sta accadendo ad un pensionato 65enne che, grazie al cocktail Di Bella, sta vincendo la battaglia contro la malattia. L’uomo, che ha voluto tenere l’anonimato e che per comodità chiameremo Roberto, inizia la sua vicenda nel ‘99, quando dopo accertamenti sanitari scopre un tumore al pancreas in stadio già avanzato. Seguono anni di terapie tradizionali, che non danno risultati: la massa cancerogena aumenta insieme ad un indebolimento fisico dovuto alla violenza dei trattamenti. Il medico che lo cura decide di tentare con la somatostatina che però risulta costosa e poco diffusa: Roberto deve recarsi a Roma per comprare i farmaci. L’uomo infine presenta ricorso per, come spiega Andrea Molinelli, l’avvocato che lo ha aiutato, «veder riconosciuto un preciso diritto costituzionale, quello alla salute». Il legale nel ricorso specifica che Roberto non è in grado di provvedere alle spese e che ogni altra terapia fatta prima non ha sortito effetti. Nel gennaio scorso il Tribunale di Ancona, riferendosi ad un verdetto della Corte Costituzionale, accoglie l’istanza e ordina alla Asl di disporre le cure richieste. In pochi mesi il tumore arresta il suo sviluppo e lo stop alle cure tradizionali fa riacquistare forze. Ha ritenuto utile raccontare la sua storia perché possa essere di spunto per altri malati.

di Marco Catalani

Il Messaggero 27/07/2004
http://ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=20040727&ediz=13_ANCONA&npag=34&file=D.xml&type=STANDA  
   
indirizzo di questo documento: http://www.atsat.it/articolo.asp?id_articolo=601
   
<<:: Torna alla versione per schermo

AVVERTENZA: L'associazione A.T.S.A.T. non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di inesattezze in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su ATSAT.it avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.