Rassegna stampa

< C L I C C A  P E R  S T A M P A R E  >


Medicina: Giuseppe Di Bella,studi rivalutano componenti cura

(ANSA) - TORINO, 18 MAR - ''Il metodo disconosciuto nel 1997 dall' allora ministro della Sanita' Rosy Bindi vede i suoi componenti riconosciuti ormai da studi presenti su tutte le banche dati internazionali''. Lo ha detto Giuseppe Di Bella, figlio dello scomparso Luigi Di Bella, parlando all' hotel Jolly Ambasciatori di Torino a un incontro organizzato dal senatore di An Roberto Salerno. ''Rilanciamo con forza la validita' della terapia Di Bella e la liberta' di cura'', ha affermato il parlamentare ''Si tratta di un metodo - ha aggiunto il senatore Salerno - negato in molte strutture sanitarie e in molte regioni. Ho conosciuto personalmente il professore - ha proseguito - e so che non ha mai contestato tutte le altre terapie contro il cancro, per prima la chirurgia. Nello stesso tempo ha messo a punto una terapia che ha dato risultati in tutto il mondo. Sono qui con Gian Luca Vignale, dirigente nazionale di An, per far si' che questa terapia venga riattualizzata''. Giuseppe Di Bella ha invece citato l' esempio della somatostatina: ''Studi su questa sostanza hanno portato all' assegnazione di un Nobel nel 1998. Mio padre ne scrisse venti anni prima. Chiederemo che il sistema sanitario nazionale la eroghi per tutti gli ammalati di cancro''. (ANSA).

Yahoo! Notizie da Ansa 18/03/2005
http://it.news.yahoo.com/050318/2/35glk.html  
   
indirizzo di questo documento: http://www.atsat.it/articolo.asp?id_articolo=639
   
<<:: Torna alla versione per schermo

AVVERTENZA: L'associazione A.T.S.A.T. non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di inesattezze in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su ATSAT.it avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.