Diritto e Giurisprudenza

< C L I C C A  P E R  S T A M P A R E  >

Trani, il giudice obbliga lo Stato al rimborso
Concessa la cura Di Bella senza terapie precedenti

Lo Stato deve rimborsare i medicinali della cura Di Bella. Anche se, in precedenza, il paziente non si è mai sottoposto né alla terapia del professore emiliano né alle cure tradizionali contro il cancro. A deciderlo è stato un giudice di Trani che ha accolto il ricorso di un uomo di 69 anni assistito dall´avvocato Sergio Di Feo. È una sentenza particolare poiché sino a oggi molti giudici avevano sì ordinato al servizio sanitario nazionale il rimborso dei farmaci previsti da Di Bella, ma solo quando la terapia era già cominciata e aveva prodotto i primi effetti. I farmaci alla somatostatina erano stati mesi fa al centro di un´inchiesta alla procura tranese: secondo il pm Antonio Savasta, grazie un farmacista e medici compiacenti, arrivavano in Puglia pazienti da tutta Italia che compravano farmaci a spese delle Asl locali. Dopo il memoriale presentato da una dottoressa arrestata, gli inquirenti potrebbero indagare sulla sperimentazione ministeriale della cura Di Bella.

(gf)

La Repubblica - Pagina VIII - Bari 21/05/2005
http://repubblica.extra.kataweb.it/edicola/repubblica/CheckSecurity.chk?Action=Update&url=BA11166238  
   
indirizzo di questo documento: http://www.atsat.it/articolo.asp?id_articolo=687
   
<<:: Torna alla versione per schermo

AVVERTENZA: L'associazione A.T.S.A.T. non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di inesattezze in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su ATSAT.it avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.