Rassegna stampa

< C L I C C A  P E R  S T A M P A R E  >


Tumori: i figli di Luigi Di Bella, «Nostro padre il primo a usare Vitamina A»

Milano, 5 mag. (Adnkronos Salute) - Il professor Luigi Di Bella č stato il primo a suggerire le proprietą anticancro di vitamina A e derivati. A rivendicare la paternitą dell'impiego di queste sostanze sono i figli del fisiologo modenese ideatore della discussa terapia che porta il suo nome, dopo la pubblicazione sugli Annals of Oncology di uno studio dellIstituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano secondo cui un derivato della vitamina A (fenretinide) dimezza il rischio di ricadute di tumore al seno. Relativamente alle recenti notizie sulle proprietą antitumorali di vitamina A e derivati, diffuse in questi giorni dalla stampa e dai tg nazionali - si legge in una nota firmata da Adolfo e Giuseppe Di Bella, dalla Fondazione Di Bella, dalla Societą Italiana di Bioterapia Oncologica Razionale-Medodo di Bella (Sibor-Mdb) e dalla Federazione nazionale delle associazioni di volontariato che in Italia assistono gli ammalati in cura col Medoto Di Bella - ci preme precisare che la prioritą incontestabile dell'impiego antitumorale sinergico dei tre retinoidi biologici betacarotene, acido retinoico e axeroftolo (o vitamina A) č del professor Luigi Di Bella. Queste molecole fanno parte del suo protocollo antitumorale da oltre 30 anni. A parte prescrizioni dello scienziato, disponibili in grande copia e innumerevoli testimonianze di farmacisti preparatori, medici e pazienti, esistono documenti di incontestabile autorevolezza probatoria. Tali - scrivono i figli dello scienziato morto nel 2003 - sono i verbali di commissioni sanitarie ministeriali relativi alla terapia Di Bella, e i verbali ministeriali della sperimentazione del Metodo Di Bella del 1998 che hanno protocollato vitamina A e retinoidi come componenti del metodo antitumorale del professor Di Bella (vedi sito ufficiale www.metododibella.org nella sezione sperimentazione). Risalgono agli anni 40 i primi studi sui retinoidi del professor Di Bella, pubblicati su riviste scientifiche italiane di fisiologia e biologia sperimentale, mentre le indicazioni antitumorali di vitamina A e retinoidi, illustrate a centinaia di medici, biologi e farmacisti in numerose conferenze in Italia e all'estero, sono state descritte nel suo libro Cancro siamo sulla strada giusta (1997). E ancora. Nel volume Come prevenire i tumori e nel trattato Il Metodo Di Bella, che il dottor Giuseppe Di Bella ha scritto per volontą del padre (vedi www.metododibella.org), sono riportati i componenti del Metodo Di Bella e la loro prima formulazione risalente ai primi anni 70. Tra i componenti del Metodo, appunto, vitamina A e retinoidi. Da pagina 223 a pagina 320 del trattato Il Metodo Di Bella sono spiegati gli aspetti chimici, biochimici, farmacologici, clinici e i meccanismi di biologia molecolare attraverso cui vitamina A e retinoidi, sinergicamente potenziati dalle vitamine E e D3, e dagli altri componenti del Metodo Di Bella, esercitano un potente effetto antitumorale sia preventivo che terapeutico, daltronde documentato dalle oltre duemila citazioni bibliografiche riportate nel trattato, conclude la nota.

Adnkronos 05/05/2006
 
   
indirizzo di questo documento: http://www.atsat.it/articolo.asp?id_articolo=731
   
<<:: Torna alla versione per schermo

AVVERTENZA: L'associazione A.T.S.A.T. non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di inesattezze in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su ATSAT.it avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.